13 Aprile 2019 " Ammiriamo il TRAMONTO dal monte Baldo ( patrimonio dell'Unesco ) "

13 Aprile 2019 " Ammiriamo il TRAMONTO dal monte Baldo ( patrimonio dell'Unesco ) "

La Nordic Walking Passion è lieta di informare che ha accettato di buon grado l’invito del Cafè Cristina di Pesina ( VR ) per il giorno 13 Aprile 2019  per accompagnare in qualità di Maestro di Nordic W. chi vorrà partecipare alla camminata itinerante nel comprensorio del Monte Baldo.

Il lavoro, le relazioni, le nostre passioni: gran parte della nostra vita oggi fa affidamento sulla rete. Con una serie di effetti collaterali dovuti alla sovra-connessione: calo dell’attenzione, indebolimento della memoria, relazioni personali mediate e superficiali, stress e problematiche varie completano il quadro negativo.

Per questo vi offriamo la possibilità di Purificarvi e Rigenerarvi.

SABATO 13 Aprile 2019

Il sentiero da Pozze  1.620 al Rifugio Fiori del Baldo 1.850 msldm  è un’escursione in camminata nordica molto panoramica, incredibilmente al 100% praticabile con la tecnica del Nordic Walking, guarderemo il Lago di Garda nella sua maestosità, arriveremo al Rifugio cenando tutti insieme e ammirando il tramonto più bello della vostra vita. La serata terminerà rientrando per lo stesso sentiero ma questa volta indossando le frontaline obbligatorie.

Programma:

Ritrovo ore 16,00 presso il Caffè CRISTINA, merenda poi saliremo in auto per raggiungere la località 2 Pozze per la partenza, rientro previsto per le 21,30…..

§ – §                                                                                   § – §                                                                           § – §                                                                 § – §

DOMENICA 14 Aprile 2019

Il Maestro Giulio P. della Nordic Walking Passion vi accompagnerà in una camminata itinerante di indiscutibile bellezza paesaggistica nella faggeta secolare di San Zeno di Montagna, questi percorsi  sembrano usciti dalle mani del più bravo tra i pittori.

Programma:

ore 10,00 colazione presso il Caffè Cristina, poi trasferimento di 10 minuti al punto di partenza = attraverseremo la Pineta Sperane a San Zeno di Montagna, proseguiremo nella faggeta in direzione vetta del monte Belpo e nei pressi della Croce degli Alpini consumeremo il pranzo al sacco godendoci una vista indimenticabile del Lago di Garda, della Lessinia e del monte Pizzocolo, termineremo rientrando con un nuovo percorso altrettanto emozionante.

Durante le 2 camminate itineranti si affronteranno i fondamentali del nordic walking e dei buoni presupposti di qualunque attività fisica:

  • le 5 fasi che identificano la progressione formativa
    la buona esecuzione della tecnica fondamentale (tecnica alternata, tecnica parallela, etc.)
  • l’esecuzione corretta degli esercizi di coordinazione
  • informazioni sulla conoscenza degli elementi basilari di fisiologia sportiva ed allenamento.

Il godibilissimi e semplici percorsi, ideali anche per chi vuole accostarsi per la prima volta al Nordic Walking ma per persone che debbono essere sicuramente allenate.

Programma:

Ritrovo ore 16,00 presso il Caffè CRISTINA, merenda poi saliremo in auto per raggiungere la località 2 Pozze per la partenza, orario previsto di rientro ore 16,00…….

Per potere partecipare alla camminata i non Soci dovranno presentarsi con l’Autocertificazione compilata e firmata valida però esclusivamente per una volta, in questo modo gli verrà dato più tempo per mettersi in regola come la legge vigente, oppure presentare certificato medico di buona salute con esito ECG sotto sforzo ( Gazzetta Ufficiale n° 169 del 20 luglio informiamo che il decreto ministeriale 24 aprile 2013 recante “Disciplina la certificazione dell’attività sportiva non agonistica e amatoriale = Decreto Balduzzi “. ) ( SPIACENTI ma a causa del decreto in vigore dal 20 Gennaio 2016, le persone sprovviste di una delle documentazioni sopra elencate non potranno partecipare ).

Faxsimile da portare compilato dal medico o centro medico:    Certificato d’IDONEITA’ SPORTIVA

Documento di AUTOCERTIFICAZIONE =   ( in fase di preparazione )

Informazione importante: ognuno è libero di scegliere la giornata che ritiene più interessante, ( immodestamente riteniamo che l’una valga esattamente l’altra); per tutti quelli che vorranno rimanere per l’intero weekend? daremo consigli dei B&B presenti in zona sicuramente belli – puliti ed economici, da chiamare direttamente per le prenotazioni, la N.W.P. non è un’agenzia di viaggio pertanto può solo consigliare quello che ritiene vantaggioso. Segnaliamo che noi stessi ci avvaliamo di 2 agenzie:  Dimensione Attiva e Sport Nature Travel.

Sito di riferimento= www.nordicwalkingpassion.it  Facebook / informazioni telefonando al Maestro SINW – FIDAL – Istruttore Nazionale di Camminata Sportiva = Giulio Piccinini 339 5652848

Vi aspettiamo numerosi.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Il Monte Baldo fa parte delle prealpi Gardesane e assieme al Monte Altissimo di Nago forma la catena del Baldo.

La catena del Baldo si allunga per circa 40 km da nord-est a sud-ovest, ha una superficie di circa 320 kmq, l’altezza va dai 65 mt ai 2218 di cima Valdritta, la più alta.

Se si parte dal livello del lago e si sale verso le cime si notano le variazioni di clima e vegetazione: in basso c’è la cintura sempre verde del lago, che presenta una vegetazione mediterranea favorita dal clima mite, olivi, viti, oleandri, agrumi, lavanda, verso i 400 mt iniziano i boschi di quercia e castagno seguiti poi, verso gli 800 mt, dal frassino e dal pino silvestre. Sopra i 1000 mt iniziano i boschi di faggio, con alcuni esemplari plurisecolari per lasciare il posto, oltre i 1600 mt agli abeti.

La varietà della vegetazione del Baldo fu il motivo per cui si aggiudicò in passato il nome di “Hortus Europae”.

Anche la fauna del monte Baldo è speciale, si trovano infatti circa 960 tipi di farfalle, di cui alcune note solo qui e molte altre specie di insetti. E poi ancora marmotte, aquile reali, caprioli, camosci, scoiattoli, lepri.

Monte Baldo

Le aree protette del Monte Baldo

Sul Monte Baldo, nel versante ovest ci sono due zone protette. In riserva è proibito raccogliere fiori, frutti, funghi, fauna e minerali. È vietato accendere fuochi e passare in bici o con i cani. Si prega di passare in assoluto silenzio per non disturbare la fauna. È inoltre vietato uscire dal sentiero.

La Riserva Naturale Integrale Lastoni Selva Pezzi

Si estende per 986 ettari e va dai 1030 ai 2200 mt di Punta Telegrafo. È uno degli ambiti di maggior interesse botanico e faunistico di tutto il Baldo. Il paesaggio è un mosaico di boschi di faggio e di abete bianco, estese mughete, ambienti a vegetazione erbacea sopra il limite del bosco, rupi e ghiaioni, arricchiti da specie floristiche rare e protette.

La zona è ricca di specie faunistiche rare ed endemiche. In riserva nidificano l’aquila reale, il francolino di monte, il fagiano di monte, la coturnice, la civetta capogrosso, il picchio nero e muraiolo, il rondone alpino e il fringuello alpino.

La Riserva Gardesana Orientale

Occupa una superficie di 218 ettari e si trova nel Comune di Malcesine, nella zona più a nord. È caratterizzata dalla presenza del leccio. Lo accompagnano l’alloro, l’albero di Giuda, il terebinto e il pungitopo. È un’area ricca di specie endemiche con entità segnalate come rare o rarissime nella flora italiana. La fauna è caratterizzata da una comunità di uccelli tipica dei boschi termofili come il canapino, l’occhiocotto, la sterpazzola, l’averla piccola e il zigolo nero.

Sport sul Monte Baldo

Il Monte Baldo è considerato una vera e propria palestra all’aria aperta di grandissimo richiamo per il trekking, la bici e il parapendio.

Da segnalare la Lake Garda Mountain Race, una splendida gara di corsa in montagna che si tiene tutti gli anni in autunno sul versante ovest del Monte Baldo.

Le zone collinari ai piedi del Monte Baldo sono l’ideale per il nordic walking e per delle passeggiate adatte a tutti. Sul Monte Baldo non mancano ferrate, vie alpinistiche e falesie.

Il Monte Baldo sovrasta il Lago di Garda, il binomio lago-montagna regala scorci e panorami unici davvero emozionanti.

Monte Baldo

Escursioni e itinerari a piedi sul Monte Baldo

Ce ne sono davvero per tutti. Per chi preferisce rimanere a basse quote ci sono molti itinerari, per lo più facili e adatti a chiunque. Alzandosi di quota si aprono percorsi più lunghi alcuni dei quali impegnativi.

Se venite in vacanza sul Lago di Garda e volete passare una giornata sul Monte Baldo ci sono delle escursioni “obbligatorie” come il Sentiero del Ventrar, il tour delle Cime o l’escursione sul Monte Altissimo.

In bici sul Monte Baldo

La parte più alta del Monte Baldo, sopra a Malcesine, è adatta per bikers esperti. Gli itinerari più bassi all’altezza di San Michele, nella parte sud del Monte Baldo e nelle zone collinari di Brenzone invece sono invece adatti ai più.

Zona di decollo del parapendio sul Monte Baldo

Si trova sulla Colma di Malcesine, a nord della stazione a Monte della Funivia Malcesine Monte Baldo. Clicca qui per avere maggiori informazioni sul volo in parapendio.

Il rifugio Fiori del Baldo a quota di metri 1850 sopra il lago di Garda con una vista panoramica di 360°.

Si possono ammirare tutta la catena degli Appennini, delle prealpi bresciane e il Monte Rosa. Nelle giornate più limpide, o subito dopo un temporale, si può ammirare l’imponente piramide del Monviso ed a est la laguna di Venezia.

Circondato di verdi pascoli, ricchi di fiori dai colori più bizzarri.

Molte specie di fiori sono presenti solo sul Monte Baldo ed è per questo che hanno ricevuto l’appellativo di “baldensis”.

Oltre alla flora sono presenti molti animali.

Il camoscio, che introdotto da alcuni anni, ora conta numerosi capi. Nel periodo di minore afflusso turistico (primavera, autunno) è facile incontrarlo sui sentieri.

La marmotta, che vive in colonie numerose, con i caratteristici fischi che utilizzano per segnalare la presenza di estranei.

Buon comportamento in montagna

Vivere la montagna con rispetto e in sicurezza vi da la possibilità di ridurre i rischi e godere della sua bellezza. A questo link alcuni suggerimenti per godere appieno le escursioni.

Numeri utili e di primo soccorso

“Basterebbe una passeggiata in mezzo alla natura, fermarsi un momento ad ascoltare, spogliarsi del superfluo e comprendere che non occorre poi molto per vivere bene.